Come mantenere il tuffo di cioccolato dalla rotazione bianca

Fragole, banane, caramelle, palle di cocco – quasi tutto ciò che si può immaginare diventa più dolce quando lo si tuffa nel cioccolato. A volte dopo l’immagazzinaggio, immerso il cioccolato che era un tempo lucido e attraente sviluppa un rivestimento bianco a grigio che sembra qualcosa di appetitoso. Questo rivestimento, noto come fioritura, si sviluppa quando l’umidità viene a contatto con il cioccolato o quando i grassi nel cioccolato sono separati dal cacao. Fortunatamente per il conoscitore del cioccolato, entrambi gli scenari sono evitabili.

Conservare il cioccolato in un luogo fresco e buio dove il livello di umidità non supera il 50%. Le temperature ideali nell’area di stoccaggio dovrebbero avere una media tra i 60 ei 69 gradi Fahrenheit.

Lasciare che il cioccolato immerso in frigorifero o congelatore venga a temperatura ambiente prima di rimuoverlo dai relativi involucri. Il cioccolato freddo che viene a contatto con l’aria aperta forma la condensa, con conseguente fioritura dello zucchero.

Temperare il cioccolato inumidimento prima di utilizzarlo. Scaldare il cioccolato in una caldaia a doppia caldo. Mescolare costantemente con un cucchiaio di legno, rimuovendo la padella dal caldo quando il cioccolato comincia a fondersi. Aggiungere un po ‘di cioccolato senza cioccolato al cioccolato riscaldato, collegare un termometro a caramelle alla doppia caldaia e lasciare raffreddare il cioccolato a 80 gradi Fahrenheit. Mettere nuovamente la caldaia a doppia calda, agitandola fino a quando il cioccolato raggiunge i 90 gradi Fahrenheit.