Come riparare il danno del sole sul braccio

Il tempo trascorso al sole è un passatempo regolare per persone in tutto gli Stati Uniti e gran parte del resto del mondo. Purtroppo, l’esposizione eccessiva alle radiazioni ultraviolette (UV) dannose dal sole può causare gravi effetti collaterali sulla pelle, tra cui scottature, la pelle secca, la rugosità della pelle e la formazione di punti di età. Una zona del corpo tipicamente esposta alla luce diretta del sole sono le braccia. Ciò rende le braccia particolarmente inclini a danni al sole. Per combattere questo danno del sole, ci sono diverse opzioni di trattamento disponibili.

Utilizzare un idratante per la pelle secca danneggiata dal sole. I crematori impiegano ingredienti attivi chiamati occlusivi e umettanti per ripristinare e mantenere l’umidità nella pelle. Gli ingredienti occlusali, come il burro di cacao, producono un sottile strato di prodotto sulla pelle, che rallenta la velocità in cui l’umidità evapora dalla pelle. Humectants, come la glicerina, assorbono l’acqua dall’aria circostante e lo tengono vicino allo strato esterno della pelle, noto come lo strato corneo. Secondo la Società Dermatologica della Nuova Zelanda, ciò aumenta la capacità della pelle di tenere l’acqua.

Applicare una crema di acido alfa alfa. L’esposizione al sole può ridurre i livelli di proteine ​​chiamati elastina e collagene nella pelle. Queste proteine ​​sono necessarie per una pelle stretta e sana. Le creme di acido alfa alfa lavorano aumentando il tasso di trasformazione delle cellule cutanee. Secondo la Food and Drug Administration (FDA), questo permette alla crema di migliorare la struttura e il tono della pelle, oltre a migliorare la generale condizione generale della pelle.

Pianificare una buccia chimica. Le bucce chimiche possono essere eseguite dal vostro dermatologo e lavorano scollegando lo strato esterno della pelle danneggiato dal sole dagli strati sottostanti. Ciò consente alla pelle nuova di crescere nel posto della pelle danneggiata dal sole. Le bucce chimiche variano in profondità ed intensità da forti bucce di fenolo a bucce acide alfa o beta idrossi.

Rinnovare la pelle danneggiata con dermoabrasione. La demolizione comporta l’utilizzo di uno strumento abrasivo (come un pennello in metallo o diamante) per sabbia degli strati esterni della pelle. Come una buccia chimica, questo rimuove lo strato esterno della pelle e permette alla nuova pelle di crescere al suo posto. Per i danni del sole meno gravi, la microdermoabrasione meno invasiva può essere usata per il trattamento.

Utilizzare crioterapia per congelare i punti di sole. La crioterapia comporta l’applicazione di azoto liquido in macchie di sole sulla pelle. Questo blocca lo spot e distrugge l’eccesso di pigmento responsabile della pelle più scura. Secondo la Mayo Clinic, questo trattamento rappresenta un rischio per cicatrici o scolori permanenti della pelle trattata.